Punti 12 per Lebedev, scontrarsi con il palleggiatore e metterlo al tappetto non può che costare al nostro Zar il primato nella palla merda della settimana. Visto l’accaduto Piacentini ha dichiarato “me piase quel butel lì”. Il Cinghiale dell’Est

Punti 4 per il duo Lebedev-Teta perché quando il palleggiatore difende (eclissi lunare), è il libero ad alzare. Se non c’è il libero, va il centro. Si, ma quale? Quello più vicino. Ecco appunto. La palla ha fatto in tempo a rimbalzare tre volte a terra. Asini di Buridano

Variola: Punti 12. Per aver battuto mentre la squadra avversaria chiamava la formazione ed aver quindi tentato di fare la stessa cosa quando, dieci secondi dopo, è stato il suo team a rivolgersi all’arbitro per il medesimo motivo. Solo l’intervento del mister che si è fatto dare il pallone dall’opposto friulano ha evitato il peggio. Della serie “Dai la palla a me, piccolino che sennò fai male a qualcuno”. Art. 2048 cc

Variola: Punti 8. Fintare l’attacco per fare un pallonetto è un bellissimo gesto ma la palla deve essere dentro al campo o almeno cadere vicino alla riga. Altrimenti, boni tutti. Tarato male

Righetti R. e Bonvicini D.: Punti 3 a testa. La più classica delle Combo fra chi deve guidare la difesa e che deve guidare l’attacco. Vado io che vai tu, la chiamo io, no, l’ho chiamata prima io. Finale: palla che cade e pugno del Roby al Pimpi. La cosa è poi degenerata nello spogliatoio ma, prima regola del fight club, non parlare mai del Fight Club

Premio della Critica (premio Ben)

Piacentini: Punti 2. Perché dimenticare qualcosa nello spogliatoio del Veronamania può significare solo una cosa. Uomo avvisato mezzo scr… La prima scrotata non si scorda mai

okiDopo un lungo periodo di inattività, questa pagina torna a prender vita. Cosa vi faremo leggere? Il Pagellone Finale! Come tutte le società, alla fine di ogni anno, è giusto tirare le somme di quello che è stato, nel bere e nel mare… Per chi non lo sapesse, giusto per essere chiari, la stagione si è chiusa con una Coppa Verona in bacheca e un 5° posto che ci ha lasciati fuori dai play off promozione. Siamo soddisfatti? Anche no…ma siamo già al lavoro per preparare la prossima stagione sportiva. Comunque sia, a voi il pagellone suino:

18campionatoAltra trasferta altro regalo. AAA, cercasi giocatori da convocare. Proveremo a presentarci al cospetto dell’avversario con un numero di persone non inferiore a 8. Se non sapete cosa fare, venite a Bovolone e portatevi una maglia nera. Non si sa mai…

Dai Suini, le ultime energie prima della Grigliatona finale!

cronicaLA CRONACA DELLA PARTITA:

Sfiorata l’impresa.

Che poi tanto impresa non era, visto che comunque la partita è finita 107 a 100 per noi. Ma si sa, “la balavolo non è il baschèt” come dice il nostro Mister Abramo e quindi torniamo a casa con una sconfitta ed un solo punticino in saccoccia nonostante una gara giocata alla pari, se non di più, per gran parte del tempo.

Mantova resta imbattuta, noi restiamo quarti, con qualche certezza, ed anche qualche rammarico, in più.

17campionato

E venerdi sfida alla Capolista Mantova, squadra al momento ancora imbattuta. Nonostante le nostre difficoltà in fatto di presenze, ovvero di giocatori da poter schierare in campo e in panca, ce la metteremo comunque tutta per render la vita complicata agli avversari di turno. Basterà la nostra buona volontà? La lista dei convocati annovera per questo venerdi le seguenti persone:

I 3 porcellini
Jeeg Robot d’Acciao
Nonna Papera
Begnini Luigi
Righetti Roberto
Caligola e Nerone
Gragnato Tommaso
L’uomo immagine dell’IKEA Fiorio Enrico
Mia Nonna
Giacometti Simone
La Banda di Selva di Progno
Piacentini Luca
Zanella Michele
Toro Seduto
Severino Marogna e i suoi gnocchi Palvè
Carcereri Alessandro
Magica Emo
Bonvicini Emanuele

E speriamo che tutto ciò basti per render il venerdi sera il più piacevole possibile a chi intende partecipare all’evento per sostenerci.

Per le offerte potrete trovare un barattolo all’entrata della palestra…

macchina da scrivereLA CRONACA DELLA PARTITA:

Ed eccoci arrivati all’ultima partita prima della sosta pasquale.

I Maialini di Stazza, reduci da due vittorie casalinghe in casa, si scontrano coi ragazzini del Villafranca, per un incontro importante per le residue speranze di agganciare il treno play-off.

Mister Abramo e Rossi purtroppo però arrivano a questa gara con alle spalle diverse settimane di allenamenti a ranghi ridotti, dove il “chi non c’è stasera?’” è stato soppiantato dal “chi viene ad allenarsi stasera?”.

Con questi presupposti e con una tribuna/divano che può contare su Righetti L., Zanardo, Filippini, Carcereri, Grezzani e Fornasiero, i nostri eroi scendono in campo con questo sestetto: Begnini in regia, Zanella opposto, Gragnato e Fiorio in banda, Giacometti e Piacentini al centro. Libero Righetti R. In panchina Sabattini, Bonvicini e l’ultimo arrivato (nel senso che è arrivato al fischio iniziale) Milanese.

14campionato

Altro giro altro regalo, nuova partita e convocazioni fantasiose. Come già successo, gioca chi partecipa alla serata. Proviamo ad abbozzare una lista convocati:

Palleggiatori: Begnini – Milanese

Opposto: Porco Dino

Centrali: Zanella – Zanardo – Giacometti – Piacentini

Laterali: Fiorio – Gragnato – Sabattini

Libero: Righetti R.

Indisponibili e Scomparsi: Bonvicini – Carcereri – Filippini – Righetti L. – Fornasiero – Grezzani

E che Dio ce la mandi Bona…

Dai Maialini, oh issa oh issa!

 

 

cronaca megafono

LA CRONACA DELLA PARTITA:

Altra sberla in faccia per i ragazzi del Veronamania Volley.

Carcereri e compagni non escono dal tunnel in cui si erano infilati una settimana fa ed anzi, vista la luce nel primo set, decidono di prendere la direzione opposta e scendere ancora più in profondità. E ragazzi, se si vuole, si può scavare ancora di più!

Per fronteggiare una formazione sicuramente in salute, come l’Intrepida, i Misters Abramo e Rossi schierano una formazione completamente sperimentale viste le tante assenze della settimana.

cronicaLA CRONACA DELLA PARTITA:

Secondo schiaffo stagionale casalingo della stagione 2015-2016 per i Maialini di Stazza che, forse ebbri della conquista della Coppa Verona, sottovalutano i giovanotti (de na olta) di Bussolengo e perdono il vantaggio di 3 punti che avevano sul quinto posto occupato dall’Intrepida.

La partita inizia con Bonvicini e Carcereri, Fiorio e Gragnato, e le new entries Piacentini- Zanardo. Libero Righetti R.